Senza categoria

Il rituale

Il fumo grigio esce dai comignoli e impregna le strade del paese, case arroccate e lunghe colate di cemento. E’ grigio ovunque gli occhi si posino. Poche stelle illuminano le strade, le più sono fulminate da tempo ormai, forse mesi. Nella casupola senza comignolo si sta tenendo una festa, un ballo in maschera vecchio di mille anni. Gli invitati cambiano sempre, le maschere mai. Una goccia rossa si schianta sul pavimento polveroso, l’odore acre di carta che brucia riempie tutta la stanza. Silenzio tombale, occhi puntati sul padrino della festa e l’ultimo arrivato.
Un bacio.
Un bacio speciale, che chiude e che apre, che uccide e dà vita.
La festa è finita, potete continuare ad indossare le vostre maschere, fatelo per tutta la vostra nuova vita, sulla vecchia è calato il buio, voi adesso siete grigi come le case, come il cemento, come il fumo.
Il seme è stato piantato e il terreno è fertile, presto nascerà una nuova pianta, la mala pianta. Non sarà estirpata. Non fino a quando ci sarà solo grigio intorno.

panorama

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...